Torna indietro
Lago da vedere in Trentino nella stagione del foliage
LAGO

Lago da vedere in Autunno, ce ne sono almeno 3 vediamoli

Cosa c’è di più romantico di una passeggiata al lago in autunno? Quando le sue sponde si incendiano con le tinte calde del foliage e nell’aria frizzante senti solo il cinguettio degli uccelli e il fruscio delle foglie secche che si stendono come un tappeto colorato di giallo, rosso e arancio. Paesaggi meravigliosi, per momenti da ricordare.

Lago di Toblino

Un romantico paesaggio tra leggenda e realtà

Quando, la mattina, il castello di Toblino emerge come un sogno dalle nebbie del lago, si comprende perché secondo la leggenda qui ci vivessero le fate, rispettate e onorate dagli abitanti del luogo. A loro era dedicato perfino un piccolo tempio, come ricorda una lapide posta nel portico del castello.

Il lago di Toblino, nella Valle dei Laghi, è la meta romantica per antonomasia. Fra aromi di limoni, olive e rosmarino, lo specchio d’acqua è particolarmente incantevole: la barriera dei monti e l´influsso mite del lago di Garda favoriscono una vegetazione mediterranea. Bordato da un canneto, è il rifugio di uccelli migratori e molte specie ittiche. Il paesaggio è rilassante e adatto a passeggiate, e pedalate nel verde.

Su uno sperone di roccia a picco sull’acqua si trova Castel Toblino, magnifica rocca cinquecentesca, al centro di tante leggende. Per ammirare da una magnifica prospettiva lago e castello si può prendere la passerella di legno che costeggia le sponde.

Il lago di Toblino è un’area sottoposta a tutela ambientale e non è balneabile o navigabile. Esistono delle deroghe di legge ma riguardano solo motivi di ricerca e studio (con apposito permesso).

Lago di Levico

Un lago immerso nel verde dove trovare quiete e relax

Il Lago di Levico sorge a pochi minuti da Levico Terme. Circondato da piccole spiagge, prati ombreggiati e canneti, le sue acque hanno ricevuto il riconoscimento di Bandiera Blu, così come la spiaggia e la gestione ecosostenibile da parte del Comune di Levico Terme. Qui si trova una vera oasi di quiete con due stabilimenti balneari e un’ampia spiaggia libera e attrezzata.

Le possibilità sono molte, durante tutto l’anno. D’inverno è d’obbligo una visita ai meravigliosi mercatini di Natale allestiti nel Parco degli Asburgo di Levico Terme, oltre agli sport praticabili sulla neve.

D’estate si può scegliere tra canoa, nuoto, vela, windsurf, stand-up paddle e kayak, oppure noleggiare le barche elettriche all’Hotel Du Lac. Ci si può dedicare alla pesca, oppure camminare sulle numerose passeggiate sulle sponde del lago. Consigliamo la Strada dei Pescatori, che aggira tutto il lago (8,5 km), su un sentiero naturalistico. Gli amanti delle due ruote potranno invece percorrere la ciclabile della Valsugana.

In auto, dall’Autostrada del Brennero-A22 si esce a Trento Nord e si prosegue sulla Statale 47 della Valsugana in direzione di Padova-Venezia. Se invece arrivate da Padova-Venezia, percorrete la Statale 47 della Valsugana in direzione Trento.

In treno potete prendere il regionale da Trento diretto a Bassano del Grappa: in 45 minuti sarete arrivati in paese e il lago dista pochi minuti dalla stazione.

Infine, se arrivate da Trento in bus potete prendere la linea 401 che, passando dal Lago di Caldonazzo, arriva a Levico Terme in circa 1 ora (fermata Levico Terme – Ristorante Brenta).

Lago di Tovel

Il gioiello del Parco Naturale Adamello Brenta

Vale davvero la pena di visitarlo, armati di macchina fotografica, per “catturare” l’eccezionalità di un luogo particolarmente ricco dal punto di vista botanico e faunistico.

Ancora oggi, nonostante non accada più, il lago di Tovel è ricordato per il fenomeno unico al mondo dell’arrossamento. Fino alla metà degli anni ’60, in estate, una certa alga affiorava in superficie, e lo specchio d’acqua appariva di un rosso acceso. Per spiegare questo fatto straordinario, nacquero misteriose storie e leggende, come quella della regina Tresenga.

Oggi il lago di Tovel è uno dei gioielli naturalistici del Parco Naturale Adamello Brenta. Visitarlo significa godere appieno del contatto con la natura.

Il centro più vicino, Tuenno, è a 14 km.

Per il giro del lago occorre circa un’ora e mezza, ma sono molti i percorsi nei dintorni.

La strada di accesso al lago è normalmente chiusa nel periodo invernale (novembre – marzo)

 

Potrebbe interessarti anche...

Quattro lezioni per trovare l’amore
L’amore non è solo una questione di fortuna, per trovarlo e riuscire ad amare ed essere amati per ciò che siamo è necessario apprendere prima quattro lezioni. Di seguito troverete le quattro lezioni per trovare l’amore. L’amore non è destino Tendenzialmente nel momento in cui accade qualcosa di bello e piacevole diamo il merito alla […]
Leggi di più
I gemelli e l’affinità in amore
I gemelli in breve e l’affinità in amore Il segno dei gemelli è particolarmente pieno di vita ed è un abile comunicatore. I colpi di fulmine e i flirt sono caratteristiche intrinseche della personalità di questo segno. Ricerca e necessita di un partner in grado di dare stabilità ed equilibrio ma anche libertà e sicurezza. […]
Leggi di più
Relazione ideale: obiettivi di coppia
In una relazione ideale, gli obiettivi di coppia vengono definiti dopo aver riconosciuto sia gli aspetti positivi che quelli negativi presenti all’interno del rapporto. Quando rifletti sulla tua relazione, sei in grado di distinguere sia gli elementi positivi che quelli negativi? Essere sinceri con se stessi permette di individuare ciò che rafforza o erode gradualmente […]
Leggi di più
Sedi

Vuoi saperne di più?

Siamo presenti a Padova, Vicenza, San Bonifacio (Vr), Verona, Desenzano del Garda (Bs), Mirano (Ve), Castelfranco Veneto (Tv), Treviso, Conegliano (Tv), Pordenone e Udine