Grazie!
Richiesta informazioni inviata correttamente.
Grazie!
Email inviata correttamente all'amico.
Selezionare i profili da inviare al tuo amico.
Selezionare i profili da inviare all'azienda.
Devi selezionare minimo un profilo!
Profilo aggiunto ai preferiti
Profilo eliminato dai preferiti
Nessun profilo all'interno dei preferiti
Per inviare l'email devi cliccare sul checkbox 'non sono un robot'
Sei un robot cosa pensi di fare!!

News

UNA POLTRONA PER DUE … O QUASI!

immagine_evidenza

Salve, sono Sonia. Devo raccontarvi la mia esperienza di ieri sera, è davvero insolita! Mio marito Franco ed io pensiamo bene di concederci una serata al cinema per festeggiare i nostri 32 anni di matrimonio in tranquillità… credevamo! Scegliamo con cura il film mia vedere,che non sia comico,altrimenti in sala ci sarebbe troppo baccano per le mie orecchie.. Che non sia un horror,perché per la mia età.. sapete non si sa mai.. Che non sia fantascienza sennò comincio a farmi mille domande esistenziali in testa.. Insomma,una commedia sembrava la scelta più azzeccata. Sulle 20:30 ci avviamo al cinema Edera di Treviso con tutta calma e serenità. Era una bella serata di Novembre, le stelle brillavano nel cielo e il caldo torrido dell’estate se n’era andato. Sembrava un sogno, mio marito,io e la serata che ci aspettava. Arrivati davanti al cinema mi accorgo di aver preso gli occhiali da vista sbagliati. Mi sento male:mi aspettavano due ore davanti ad uno schermo, dove il mio unico compito era guardare. Guardare, appunto. Ma senza occhiali come avrei fatto? Non dico niente a Franco per non rovinare da principio la serata. Prendiamo i biglietti, ci avviamo ala nostra sala e entriamo. Mi sembrava di essere una talpa: buio totale. Mando avanti Franco a cercare la fila giusta,quindi lui da galantuomo mi ci fa entrare per arrivare alla poltrona. Non lo avesse mai fatto! Io, convinta di aver trovato la mia poltrona, libera è pronta ad accogliermi, mi ci catapulto sopra. “Aaaahhhh, ma cosa?” In quel momento sento, contemporaneamente ad un urlo di paura, indigno e stupore di una signora, anche un qualcosa che si dimena sotto di me, in quella stessa poltrona da me scelta. Ahimè, non era libera, ma c’era una signora accomodata. Quando ho capito cosa avevo combinato, mi alzo di scatto ma ormai lei era partita con insulti, urla e imprecazioni. Mi ha dato della “rimbambita”, della “orba” ed anche della ” maleducata”. Iooooo? Ma non l’ho mica fatto apposta! Franco comincia subito a scusarsi ed io pure. Cerco di tranquillizzarla nonostante fosse infuriata. La morale della storia é che siamo stati per tutta la durata del film con una lagna affianco, mentre noi due ridavamo sotto i baffi assieme a una coppia di trevigiani, Mara ed Enrico che avevano assistito alla scena. Con loro fortunatamente la vergogna é passata lasciando posto a racconti simili vissuti da loro e ad una splendida amicizia!


social_facebook social_twitter
 Indietro

Vuoi saperne di più?

Siamo presenti a Padova, Venezia Mestre, Treviso,
Verona San Bonifacio, Pordenone,Udine e Castelfranco!

contatta l'agenzia più vicina a te.


CONTATTACI SUBITO
back_top

Agenzia Venus usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. OK Maggiori informazioni